Mal di schiena

Il dolore lombare (più comunemente detto mal di schiena) è un problema molto comune che colpisce almeno una volta nella vita l’80% di tutti gli individui e rappresenta la quinta causa di visita medica negli Stati Uniti.

Circa un adulto su 4 riferisce di aver sofferto di mal di schiena per almeno 24 ore negli ultimi 3 mesi, mentre il 7,6% riferisce almeno un episodio di mal di schiena nell’ultimo anno.

Il mal di schiena è anche un disturbo molto frequente in gravidanza: si stima infatti che colpisca circa il 50% delle donne incinte. A tal proposito puoi leggere il mio approfondimento sul mal di schiena in gravidanza.

Inoltre il mal di schiena è una causa importante di assenza dal lavoro e di limitazione delle attività in gran parte del mondo, secondo solo alle affezioni delle alte vie respiratorie, con un rilevante peso economico sulle famiglie, la comunità, la politica e la produzione industriale. Si stima che nel 1998 i costi sanitari diretti attribuibili al mal di schiena negli Stati Uniti siano stati di 26,3 miliardi di dollari.

Diversi fattori di rischio associati allo stile di vita contribuiscono ad aggravare il quadro di dolore lombare, soprattutto l’eccesso ponderale, l’inattività fisica, la cattiva alimentazione e il fumo.

Una meta analisi di 33 studi epidemiologici ha dimostrato che l’obesità è associata ad un’aumentata prevalenza di dolore lombare e ad un aumentato ricorso alle cure sanitarie per tale sintomatologia. Un’altra meta analisi di 27 studi ha dimostrato una stretta associazione tra fumo e mal di schiena.

L’inattività fisica e una dieta sbilanciata contribuiscono all’obesità e influiscono in maniera indipendente sul mal di schiena. Bassi livelli di attività fisica sono associati con il mal di schiena cronico, come nell’infiammazione sistemica dovuta ad una dieta sbilanciata.

Diversi studi clinici suggeriscono che cambiare alcune abitudini di vita può migliorare l prognosi del mal di schiena e ridurre la disabilità. Ad esempio un programma di perdita di peso basato sulla dieta e sull’attività fisica ha ottenuto una significativa riduzione del dolore nei pazienti con mal di schiena. Promuovere l’attività fisica e l’esercizio sono raccomandazioni basilari e ampiamente accettate per il trattamento del mal di schiena cronico e vari studi di revisione della letteratura mostrano che l’esercizio fisico è efficace nel ridurre la disabilità.

Per quanto riguarda l’abitudine al fumo, uno studio di coorte condotto su 5333 fumatori con mal di schiena ha mostrato una riduzione del 30% del dolore nei soggetti che smettevano di fumare.

Dove ricevo

MILANO - Columbus Clinic Center

Via Michelangelo Buonarroti 48
Milano

Telefona a 02/480.801

info@columbus3c.com 

www.columbus3c.com

 

 

CASTELLANZA - Medical Group Castellanza

Viale Lombardia 87A
Castellanza

Telefona a 0331/517.011

info@medicalgroup-castellanza.it

www.medicalgroup-castellanza.it

 

VARESE - CDV Centro Diagnostico Varesino

Vicolo San Michele 6
Varese

Telefona a 0332/288.638

varese@mc.humanitas.it

www.humanitas-care.it

NOVARA - Centro medico San Francesco

Via Pietro Custodi 36
Novara

Telefona a 800 612 992

info@cmsanfrancesco.it

www.cmsanfrancesco.it

 

BUSTO ARSIZIO - Fysiolab

Via San Michele 2
Busto Arsizio

Telefona a 0331/627267

info@fysiolab.it

www.fysiolab.it

CORBETTA - Centro Medico Corbetta

Via della Libertà 4 | Laterale Via Simone da Corbetta
20011 Corbetta (MI)
(Sopra la Farmacia Comunale 2)

Telefona a 02/97486188

info@centromedicocorbetta.it

www.centromedicocorbetta.it